I cussini vincono di 18 su un Adrano che viaggia a velocità dimezzata… Elia in formato americano… La squadra va a mille malgrado le assenze…

Cus Catania – Adrano 90-72
Parziali: 22-16, 35-33 (13-17); 61-50 (26-17), 80-72 (29-22).
PalaCus di Catania, 1º dicembre, 19:00

Cus Catania 2003: Lo Faro 15, Arena 15, Vasta 8, Cuius L., Cuccia © 18, Corselli, Di Mauro 6, Elia R. 28, Pocina, Cuius F., Fichera ne, Tracinà. All.: Guadalupi. Vice: Barbagallo.
Sporting Club Adrano: Bascetta M. 14, Ricceri, Bascetta D. ©, Whatley 34, Alescio 15, La Manna, Amoroso F., Sangiorgio, Pennisi 9, Russo A. All.: Bonanno.
Arbitri: Barbagallo e Castorina. Udc: Delle Vergini, Luppino e Signorelli.

Ruggero Elia (foto G. Lazzara)

Per stanotte, il Cus Catania è terzo in classifica: la vittoria su Adrano permette di toccare quota 12 e dunque agganciare gli avversari. Coach Guadalupi vola ancora basso, ma la sua squadra va a mille, malgrado le assenze dei big Mazzoleni, Murphy e Johnson. C’è un Ruggero Elia in formato americano, devastante nei momenti più importanti e concentrato per 40′, un Eugenio Cuccia solidissimo e il trio di esterni Lo Faro-Arena-Vasta che spinge e segna a volontà.

La difesa è il miglior attacco dei bianchi di casa, che costringono i bianconeri a sbagliare spesso e volentieri e li innervosiscono. Adrano scivola più volte, poi si riprende e verso fine secondo quarto si riavvicina pericolosamente, grazie ai canestri di Ennis Whatley (che sbaglia tanto) e al poliedrico Aronne Alescio. Poi la valanga cussina travolge gli adraniti, che contestano le decisioni arbitrali ma viaggiano a velocità dimezzata e sbagliano tutto il possibile. Il palazzetto pieno tributa infine applausi ad entrambe.

La photogallery di Giuseppe Lazzara @Facebook

Roberto Quartarone
Twitter: @rojoazul86

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.