Il tecnico Peppe Dato: “Abbiamo offerto uno spettacolo indecoroso e sicuramente non degno della categoria e della società che rappresentiamo

Brutta sconfitta per la Nuoto Catania, sconfitta a Firenze dalla R.N.Florentia 11-5.
Il primo tempo si apre con un tiro di Lucas da un metro, Cicali para e salva in risultato. Poco dopo arriva la rete del vantaggio della Florentia in superiorità numerica con Turchini (1-0), raddoppia dopo un minuto di gioco Tomasic (2-0).
Al gol del numero 8 della Florentia (3-0), la Nuoto Catania risponde con il gol di Giorgio Torrisi in superiorità numerica, ottimi scambi e palla in rete alla metà del primo tempo (3-1). Allo scadere Astarita trova la via del gol, chiudendo il primo quarto 4-1.
I padroni di casa vanno sul 5-1 grazie alla rete di Nicola Eskert in superiorità numerica all’inizio della seconda frazione. Cartellino rosso per Tomasic a metà del secondo tempo, va fuori dunque una delle colonne della squadra fiorentina. Va a segno Astarita 6-1, in superiorità numerica.
Secondo tempo privo di reti per la formazione rossazzurra.
La terza frazione di gioco si apre con un fallo di Lucas su Eskert, il direttore di gara concede il rigore ai fiorentini: batte Astarita ed è gol: 7-1. La Nuoto Catania prova a reagire prima con Cuccovillo e poi con Presciutti, ma nessuno dei due trova la rete. Ad accorciare le distanze però ci pensa Jankovic 7-2.
A due minuti e mezzo dalla fine del terzo quarto viene concesso un rigore alla Nuoto Catania che va in gol con il capitano Kacar (7-3). Si conclude con questo risultato la terza frazione di gioco.
La Rari Nantes Florentia va in gol in contropiede con Astarita (8-3). Torrisi prova a colpire gli avversari ma la palla va fuori. La Florentia continua ad attaccare e trova il gol con Di Fulvio (9-3).
Poco dopo Turchini realizza la rete del 10-3. La Nuoto Catania risponde con il gol di Kacar a un minuto e 24 secondi dalla fine del match (10-4).
Il capitano fiorentino Coppoli va in gol in superiorità numerica (11-4). Eugenio Russo trova la via del gol a trenta secondi dalla fine della gara che si conclude 11-5.

Questo il commento amareggiato a fine gara del tecnico Peppe Dato: “Abbiamo offerto uno spettacolo indecoroso e sicuramente non degno della categoria e della società che rappresentiamo. Dobbiamo prenderci le nostre responsabilità, ammettendo i nostri limiti tattici, caratteriali e da quello che si è visto oggi anche atletici. Bisogna migliorare e rappresentare la Nuoto Catania come merita, offrendo un altro livello di spettacolo. Mi sento di riconoscere e sottolineare la qualità del nostro portiere, senza i suoi interventi, il passivo sarebbe stato sicuramente più pesante”.

Sabato 8 Dicembre alle ore 16.00 alla Scuderi arriverà la Rari Nantes Savona.

RN FLORENTIA: Cicali, Generini, Eskert 1, Coppoli 1, Turchini, Bini, Turchini 2, Dani 1, Razzi, Tomasic 1, Astarita 4 (1 rig.), Di Fulvio 1, Maurizi. All. Tofani
NUOTO CATANIA: Risticevic, Lucas, Jankovic 1, Buzdovacic, Catania, Russo 1, Torrisi 1, Scerba, Kacar 2 (1 rig.), Presciutti, Cuccovillo, Castorina. All. Dato
Arbitri: D. Bianco e Brasiliano
Parziali 4-1, 2-0, 1-2, 4-2
Il Catania inserisce a referto 12 giocatori. Superiorità numeriche: RN Florentia 5/10 + 1 rigore e Nuoto Catania 1/4 + 1 rigore. Nel secondo tempo Tomasic (F) espulso per proteste. Uscito per limite di falli Buzdovacic (C) nel quarto tempo. Spettatori 200 circa.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.